Punto Arredo, Lube Store Terno d'Isola

cucine bianche lucide

1.71K 0

Le cucine bianche lucide non passano mai di moda, rendono l’ambiente più luminoso, fan sembrare la stanza più grande: il total white in cucina è una tradizione che continua e si rinnova. Sta bene con tutto, ma risalta al massimo con alcune finiture di pareti e pavimenti. Cucine bianche lucide senza maniglia sono l’ideale per esaltare ambienti a vista sulla zona giorno perché danno una visione più leggera della zona cucina. Un tocco di colore nell’ambiente può essere aggiunto puntando su accessori per cucinare o per la tavola. Quando si scelgono i mobili della cucina bianchi anche elementi come la cappa, le barre portaccessori o lo zoccolino possono essere coordinati alla tinta dei mobili. La finitura bianca si può realizzare in modi diversi :

  • ” laccature spazzolate” vedi il nostro modello clover caratterizzato da un’anta sp.22 mm
  • “il polimerico” vedi nostro modello essenza
  • “l’acrilico” vedi nostro modello immagina
  • “glaks”il nuovo effetto vetro (senza essere in vetro) sempre per il modello essenza

Con le cucine bianche lucide, si può personalizzare l’ambiente puntando sull’uniformità cromatica tra mobili e rivestimenti (da preferire se la stanza è piccola o poco luminosa) oppure all’opposto giocando sul contrasto. I mobili risalteranno al massimo su una superficie murale dipinta o anche su un pavimento, in una tinta scura (grigi e marroni sono molto di tendenza) oppure squillante e vivace. Speciali effetti decorativi si possono ottenere oltre che con normali idropitture anche con stucchi e resine.

Capace di conquistare non soltanto gli amanti della tradizione ma anche chi coltiva gusti minimalisti ed è alla ricerca di luce. Sì, perché più di tutte le altre cucine, quelle bianche lucide donano luminosità agli ambienti e dilatano gli spazi.

Con cucine bianche lucide: quali i rivestimenti migliori? Molto indicate le piastrelle in gres porcellanato, che tanto sono in voga e che si traducono in una vastissima scelta di colori e finiture (ci sono anche quelle, molto gettonate, effetto legno). Bene anche le resine, meglio se colorate per vivacizzare l’effetto generale: sono idrorepellenti e igieniche e contrastano la formazione di muffe e batteri. Inoltre possono essere ulteriormente protette con prodotti di finitura superficiale, che ne esaltano l’impermeabilità e la robustezza. Con la cucina bianca si sposa bene pure il parquet, ma sceglietene un tipo duro e che resista all’usura, agli urti e soprattutto all’umidità.